La luce Artificiale fa Ingrassare

L'esposizione prolungata alla luce artificiale durante il giorno fa ingrassare.

Traduzione ed adattamento: Angelo

L'esposizione prolungata alla luce artificiale è stata associata con l'obesità sia negli uomini che nelle cavie. In questo articolo gli autori hanno voluto chiarire la base meccanicistica di questa associazione effettuando studi sui topi. Prolungare l'esposizione alla luce artificiale ogni giorno aumenta adiposità diminuendo la spesa energetica e non aumentando l'assunzione di cibo o l'attività locomotoria. Ciò è stato da un periodo di attenuazione dipendente dalla esposizione alla luce e dell'attivazione del sistema noradrenergico de tessuto adiposo bruno che è stato recentemente dimostrato contribuisce sostanzialmente alla spesa energetica convertendo acidi grassi e glucosio in calore. Quindi, concludono gli autori che se si altera l'attività del tessuto adiposo bruno attraverso una eccessiva esposizione alla luce artificiale si può ingrassare.

Alterare i ritmi circadiani è associato all'obesità ed alla malattie ad essa correlate come il diabete di tipo 2 e le malattie cardiovascolari. In particolare, la prolungata esposizione alla luce artificiale è associata con l'obesità negli esseri umani, anche se il meccanismo sottostante non è chiaro. In questo studio si segnala che l'aumento delle ore giornaliere di esposizione alla luce artificiale aumenta l'adiposità attraverso una sostanziale diminuzione dell'attività del tessuto adiposo bruno (BAT), una delle principali fonti di dispendio energetico. I topi esposti a luci artificiali per 16 e 24 ore di luce, rispetto alle normali di 12 ore di luce, hanno mostrato un aumento di adiposità senza che questo influenzasse l'assunzione di cibo o di attività locomotoria.

I ricercatori hanno dunque concluso che se si compromette l'attività del tessuto adiposo bruno si vedono compromessi anche i ritmi circadiani e l'adiposità; i ricercatori presumono che se si riuscisse ad attivare il tessuto adiposo bruno si potrebbero superare le conseguenze negative metaboliche dei ritmi circadiani alterati.

Riferimento: Edited by Satchidananda Panda, Salk Institute for Biological Studies, San Diego, CA, and accepted by the Editorial Board April 14, 2015 (received for review March 3, 2015) Prolonged daily light exposure increases body fat mass through attenuation of brown adipose tissue activity Autori vari.